“A galla” di Alessandro Toso

“PENSARE PAROLE”:

“A GALLA “ DI ALESSANDRO TOSO

E’ uscito già da un po’ il bel romanzo di Alessandro Toso “a galla” edito da “scrittura&scritture” ed è un successo di pubblico e critica. E’ un romanzo moderno che parla di problemi come la disoccupazione e la lotta per il diritto al lavoro. Protagonisti sono gli operai e il titolare di una azienda che ha problemi di cassa integrazione. Il protagonista è Renato Pappalardi, titolare della “techobitum”, una azienda veneta in crisi da anni e alle prese con tagli ai costi e al personale.
Una misteriosa commessa da parte di un cliente estero potrebbe però salvare le sorti dell’azienda ma Pappalardi è titubante. Gli operai ,ormai esasperati ,decidono di prendere in mano il loro destino perché la cassa integrazione sta durando troppo e guidati dal determinato Franco Garritano, il capo degli operai, decidono di dare un ultimatum al titolare ma questi non dà alcun segno di disponibilità verso di loro. Decidono allora di occupare l’azienda Garritano e altri tre operai: Fausto, Tonino e Marcellone. I quattro operai con il loro gesto attirano l’attenzione dei media e la confusione che ne segue provoca in loro una amara riflessione sulla vita, sulle loro scelte e sui comportamenti umani. Franco e fausto mettono però al primo posto il diritto al lavoro per tutti, anche davanti ai loro stessi interessi. All’interno di questa vicenda si intrecciano anche le sorti della famiglia Pappalardi, alle prese con la scomparsa della figlia Giulia e anche altre situazioni che riguardano altri dipendenti dell’azienda che hanno poi un ruolo decisivo riguardo le sorti dell’azienda stessa. Alessandro Toso regala un quadro della società moderna dove interessi privati e pubblici si mescolano con una economia italiana in crisi e dove le scelte umane hanno un ruolo predominante.
“A galla” racconta la fatica del lavoro, le responsabilità degli individui, la fatica degli operai e delle loro vite familiari, rendendo questo romanzo sorprendente per veridicità dei fatti e denuncia sociale; sorprendente per la riflessione che stimola nel lettore che è portato a pensare al futuro e alle scelte lavorative e di vita che inevitabilmente tutti dobbiamo fare. Un bel romanzo di “ realismo italiano” che esalta certi valori umani che sembrano scomparsi oggi come la necessità del sacrificio per il lavoro e nel lavoro e la necessità di combattere cause in cui si crede.

DANIELA MEROLA

Share Button

Daniela Merola

Un saluto a tutti, sono Daniela Merola, scrittrice, blogger, giornalista e il mio sentiero è sempre stato "il coraggio delle proprie idee".

Un pensiero riguardo ““A galla” di Alessandro Toso

Lascia un commento