Alex e Ariel: un amore proibito di Susy Benitozzi

Questa storia ha trent’anni, ma potrebbe benissimo essere dei giorni nostri.
Alex, diminutivo di Alessandra, è una ragazzina cresciuta come un maschiaccio, non ha mai messo un vestitino e ha sempre giocato con gli amici di suo fratello.
La madre di Alex è di larghe vedute e non si è mai preoccupata delle abitudine prese da sua figlia.
Un giorno arrivarono i nuovi vicini, i quali hanno una figlia, Ariel.
Ariel è una ragazzina ben educata, non esce mai di casa, per anni ha studiato postura e si veste sempre con abitini alla moda.
Lei non ha mai avuto amicizie né femminili tantomeno maschili.
Alex appena la vide ebbe un tuffo al cuore, fatalità volle che le loro stanze fossero una di fronte all’altra.
Ogni giorno quando Ariel poteva, cioè quando sua madre non era nei paraggi, si affacciava e parlava con Alex.
La loro divenne un’amicizia unica.
Alex pur di starle sempre affianco si mise a studiare di buona lena, raggiungendo dei buoni voti, cominciò ad indossare abiti da ragazza e si fece sistemare i capelli.
Con l’andare degli anni la loro amicizia sfociò in qualcosa di più, non sapevano neppure loro cosa fosse.
Alex iniziò a frequentare tutti i corsi che frequentava l’amica pur di starle sempre accanto, almeno quando la madre di Ariel non poteva vederle.
La storia di queste ragazze è molto interessante e si legge con molto piacere.
Le loro vite si sono incontrate e scontrate per caso, la loro innocente amicizia sfociata in amore colpisce molto.
La storia è stata narrata nei particolari e non perde mai di interesse, è bello vedere come due persone completamente diverse si sono prese una cura dell’altra.
L’omologazione non è sicuramente espressione di libertà e questo libro fin dalle prime pagine ce lo insegna.
Vi auguro buona lettura.

Share Button

Lascia un commento