Evento: “Zampette al lago”

“EVENTO: ZAMPETTE AL LAGO”

BRACCIANO (Roma)  17 luglio 2016-

L’associazione “zampe che danno una mano”onlus in collaborazione con “why not dog”Bracciano (Roma) presenta l’evento “zampette al lago” dedicato alla raccolta fondi per aiutare gli animali abbandonati, soprattutto in questo periodo estivo e facendo partire anche una campagna tesseramenti per la onlus “zampe che danno una mano”. I tesseramenti e le donazioni sono finalizzati ad accrescere il “fondo vittime della strada”con cui fronteggiare le numerose segnalazioni di cani abbandonati in strada. L’evento ha luogo a Bracciano (Roma) dalle ore 12:00 alle ore 18:00 presso la sede di “why not dog”. Ci sarà una gara di “agility dog”con premi offerti dagli sponsor dell’evento per tutte le categorie dei partecipanti. Ci sarà l’angolo delle adozioni dove si potranno visionare “i protetti” in cerca di casa e chissà che qualcuno di loro non possa far breccia nel cuore di qualche visitatore dell’evento. Anzi, sicuramente accadrà perché i “trovatelli” sono tutti adorabili e con uno sguardo che non ha bisogno di spiegazioni. Durante l’evento si festeggerà il secondo compleanno dell’associazione “zampe che danno una mano”. Ci sarà un ospite speciale: Flavio Insinna che da tempo si batte per non far abbandonare i cani e per far adottare i “trovatelli”. Insinna farà un discorso contro l’abbandono degli animali, con la sua verve dialettica animerà l’evento e porterà allegria, l’entusiasmo e l’attenzione che questo evento merita, evento dove ci saranno tante famiglie con bambini, ben predisposti a donare amore ai “trovatelli”. Una nota positiva per Insinna che ha capito che dare amore agli altri e farlo circolare è la cosa più importante che la sua professione di artista gli permette di fare. Sicuramente parteciperanno in tanti a “zampette al lago”, immersi nel verde e circondati di entusiasmo.

DANIELA MEROLA13627110_1766665486951360_4877512941102077979_n

Share Button

Daniela Merola

Un saluto a tutti, sono Daniela Merola, scrittrice, blogger, giornalista e il mio sentiero è sempre stato "il coraggio delle proprie idee".

Lascia un commento