Il marionettista. La tragica storia di Ferdi Giuliani di Luca Ielo

La mente è lo strumento più potente che ci viene “dato in dotazione” da appena nati.
Questo libro pone al lettore una serie di domande ben precise.
E’ possibile manovrare la mente umana?
Quando la mente umana perde la ragione, fino a dove si può espandere la pazzia?
Da molto tempo si crede che la mente si possa spiegare con le varie discipline che si occupano dell’analisi e del processo del pensiero umano.
Esiste una sola realtà oppure è il nostro pensiero che crea le diverse realtà che ci circondano?
Talvolta può capitare che per non soffrire più la nostra mente si stacchi dalla realtà, si cerca di entrare in un mondo dove il dolore non è conosciuto.
Il libro viene inizialmente narrato da una marionetta che si muove sinuosa e senza alcuna fretta.
Lei narra la nostra esistenza breve e sfuggente come un alito di vento.
Nell’introduzione del libro è autunno, la stagione della caduta delle foglie, delle piogge e del “dolcetto o scherzetto”.
La maschera della peste gira ogni anno, indossata da qualche ragazzino che probabilmente non ne sa neppure il vero significato.
Ovviamente non manca neppure il travestimento da sexy infermiera portato con troppa facilità da una ragazzina di quindici anni.
Conosciamo attraverso le pagine di questo libro la storia di sei ragazzi, alcuni posati altri invece sono già dei mezzi delinquenti.
Si trovano per narrare delle storie dell’orrore.
Storie che se lette tra le righe portano al vero significato e fanno accapponare la pelle.
In più, gira tra di loro una strana figura, una donna che parla con i piccioni.
Una donna che ha litigato con la propria esistenza ed ora si trova bene solo quando è accerchiata da questi pennuti.
La scrittura è molto fluida e ben curata, lo scrittore ha utilizzato molti termini ricercati che messi insieme rendono la storia molto raffinata.
Un libro che mi ha fatto sicuramente rabbrividire, una storia che merita di essere letta.
Vi auguro una buona lettura!

Share Button

Lascia un commento