Il pesce fuor d’acqua e la mutevole proporzione tra essere e fare

Mario Caramel continua il suo viaggio insieme al protagonista dello scorso libro Pensa con la tua testa, Capitan Marco. Se lì la scrittura era semplice, intrigante ma al tempo stesso colpiva al cuore per gli argomenti e per i paesaggi che ci hanno fatto sognare, qui lo scrittore con “Pesce fuor d’acqua…” non è certo da meno.

Nel primo libro l’ambientazione nasceva sull’acqua e finiva sull’acqua, ora si raggiunge la terra ferma. La terra intesa come motivo per meditare e trovare la giusta strada che lo attende nella vita. Vuole veramente continuare a vivere in mare tra porto e porto, vivere la vita fatti di attimi oppure crescere e viverla intensamente e durevolmente con tutte le scelte che comporteranno? Niente di effimero, così come lo era stato nel libro precedente, critico verso la società e verso la politica, ma bisogna farsi guidare dall’istinto o bisogna imparare a meditare e fare delle scelte di testa? Lasciarsi trascinare dalla propria anima dall’essere oppure dalla propria materia dal fare?

In questo romanzo tutto viene messo in discussione, tutto viene scambiato, un uomo che ha sempre vissuto in mare ora che tocca la terra ferma si ribaltano i concetti e le sue certezze. Un libro introspettivo, intenso per contenuti, tante domande si pone il protagonista, quale risposte saprà dare? E quale riuscirà a dare a noi lettori?

È tutto da scoprire , da leggere fino all’ultima pagina per meravigliarci e ripulirci dalle nostre incrostazioni.

Inutile dire che questo, come Pensa con la tua testa prendono spunto dalla vita dello stesso autore, marinaio, grande viaggiatore e amante della musica. Questi connubi portano l’animo dell’autore ad un divenire lentonulla di certo, nulla di definito ma appunto in costruzione costante.

Il romanzo possiede un suo ritmo che ti prende, ti avviluppa senza lasciarti mai. Scrittura minuziosa e cesellante, con questo metodo Caramel ci ha fornito delle descrizioni che si sono impresse nella memoria e nel nostro immaginario, difficili da scordare.

Capitan Marco riuscirà a trovare la sua rotta? Riuscirà a darsi le risposte a tutte le sue domande? A voi la voglia di divoralo nella lettura e scoprirlo.

Anna Pizzini

 

Share Button

Lascia un commento