Intervista a Maria Cuono: “Verso l’orizzonte”

https://www.kimerik.it/SchedaProdotto.asp?Id=1294

Il libro della nostra Maria Cuono, “Verso l’orizzonte”, è un omaggio a Lorella Cuccarini: ballerina, showgirl, cantante, attrice, donna di successo e benefattrice. L’autrice ha avuto la fortuna di conoscerla personalmente e in questa intervista ci racconta delle motivazioni che l’hanno spinta a scrivere la sua opera. Vi auguriamo una buona lettura!

  • Cosa l’ha spinta a dedicare una raccolta di poesie alla brava Lorella Cuccarini? 
    Lorella innanzitutto è una grandissima professionista con 35 anni di carriera alle spalle. Si è fatta tutta l’emergenza del Coronavirus rischiando la sua salute per informare e nello stesso tempo
    rassicurare gli spettatori della Vita In Diretta. Lorella merita, a settembre, di ritornare al timone di questa trasmissione per l’eccellente lavoro che ha svolto. Non si possono dimenticare i grandi
    record di ascolti battendo Pomeriggio Cinque. Ciò non era mai successo nelle scorse edizioni. Aggiungo, fra l’altro, che la politica deve restare fuori dal mondo dello Spettacolo. Insomma, non
    deve inquinare ciò che di più bello esiste al Mondo: La Cultura e lo Spettacolo. Un mondo che io amo tantissimo. E’ questa una delle ragioni che mi hanno spinta a dedicare Verso l’Orizzonte a
    Lorella Cuccarini, un personaggio che stimo e ammiro tantissimo sia dal punto di vista professionale che dal lato umano.
  • Ci sono stati rapporti con la showgirl che le hanno permesso di conoscerla a fondo e che hanno ispirato la composizione del suo lavoro?
    Conosco Lorella da tantissimo tempo ormai. La prima volta risale al 2002 quando la nota conduttrice era alla conduzione di “Uno di noi” insieme a Gianni Morandi e a Paola Cortellesi.
    L’ho poi rivista anche in altre occasioni. Recentemente a gennaio e a febbraio ho partecipato come pubblico alla Vita in Diretta ma poi a causa del Covid 19 non mi è stato più possibile essere presente in studio.
  • Le poesie sono dedicate al personaggio o alla persona? 
    Sono dedicate a Lorella sia come personaggio che come persona. Non dimentichiamo, fra l’altro, il suo continuo prodigarsi nel sociale legato all’Associazione Trenta Ore per la Vita. Lorella è uno dei pochi personaggi al mondo che sappia fare tutto: ballare, recitare, cantare e condurre.
  • Fra i ricordi della sua adolescenza ci sono stati momenti in cui avrebbe voluto essere un’artista come lei?
    Lorella Cuccarini è stata sempre il mio idolo. Tutti noi prendiamo come fonte d’ispirazione un personaggio che noi amiamo. Ho sempre apprezzato il mondo dello spettacolo. Non le nego che da
    piccola volevo fare l’attrice o la presentatrice. Era il mio sogno nel cassetto. Ma poi altre strade mi hanno portata a lavorare “dietro le quinte”. Da più di venti anni lavoro nel settore della
    comunicazione. Tantissime le interviste da me realizzate e gli eventi da me promossi. Sono quasi al mio secondo libro dal titolo: “L’arte dell’incontro”. Interviste ai personaggi dello spettacolo, con i preziosi contributi di Luisa Corna e Carmen Giardina. Ormai manca poco.
    Con questa mia iniziativa voglio omaggiare tutti gli artisti che stanno vivendo momenti di grandi difficoltà ma già da prima del Covid 19.
    Voglio ricordare anche mia madre che mi ha sempre supportata e che è scomparsa lo scorso anno.

Share Button

Lascia un commento