L’Europa ci costruisce un muro attorno?

Articolo di Gianfranco Natale

L’Austria ha preso una decisione molto forte: mi chiedo se in Italia i giornali siano davvero liberi. Perché non se ne parla?
E’ come se il Canada decidesse di costruire un muro contro gli USA, sono convinto che gli americani non farebbero passare la cosa in modo così superficiale. Questo dato ci fa riflettere. Forse l’Europa ha deciso di diventare continentale? C’è dunque un progetto nascosto che vuole tagliare fuori dai circuiti europei Italia, Grecia e forse Spagna?
La costruzione di un muro anti immigrati al confine con l’Italia ha dei significati molto forti:
1: l’Austria non si fida di noi.
2: l’Europa ha deciso di non investire nel pattugliamento marino e crede più economico e meno dispersivo tagliare fuori dal concetto europeo l’Italia.
3: l’Italia dovrebbe fare qualcosa di eclatante contro l’Austria, lo dovrebbe fare per evitare che un domani anche la Francia ci costruisca contro una barriera.
4: noi siamo l’Europa, è giusto gestire il flusso di migranti, ma sarebbe meglio gestirlo nel confine esterno e non considerare l’Italia una piattaforma extraeuropea di mantenimento dei flussi migratori.

A parte questi brevi punti è necessario fare una riflessione che riguarda la condotta di Renzi. Non è giusto criticare sempre e a tutti i costi. Nel filone “Europa” Renzi pare muoversi bene. C’è un disegno generale per isolare l’Italia, la risposta però non deve essere rabbiosa o veemente. Quanto consapevole e legata ad azioni concrete. Facciamo le riforme, in fretta, continuiamo nella direzione avviata con riforme che alleggeriscono la macchina burocratica. Se dico riforme non penso al Senato, quanto alla pubblica amministrazione, al fisco, alla digitalizzazione, alla bada larga, a riforme che riducano la corruzione.
Certamente l’Europa sta scegliendo e ci sta tagliando fuori, possiamo fare finta di niente o cogliere l’occasione per diventare forza trainante.
“Ci troviamo continuamente di fronte a una serie di grandi opportunità brillantemente travestite da problemi insolubili” direbbe J. W. Gardner.
A noi la scelta.

Gianfranco Natale
© Riproduzione riservata

Share Button

Lascia un commento