L’occidente intero umiliato a Colonia

Ho sentito di un politico tedesco che ha detto: chi ha abusato delle donne tedesche dovrà essere espulso immediatamente, come se ciò potesse sanare la ferita che portiamo dentro. Non ci siamo: gli autori delle violenze di gruppo dovranno restare in celle umide e grigie per decenni.
Dovranno scontare una condanna esemplare. A volte uno stato per sopravvivere deve dimostrarsi forte e coerente: nessuna pietà per chi ha oltraggiato le ragazze tedesche. Non è importante  l’etnia e certamente se ciò è avvenuto perché i violenti pensano che le donne sono prive di alcuni diritti in quanto donne  la repressione dev’essere ancora più grande. Non è questo un salotto radical chic, si parla di far sopravvivere l’idea  che abbiamo che si nasce liberi. A quel politico tedesco dico: non rimpatriateli, catturateli e fate un pubblico processo, fate sentire a tutti come potrebbe essere il mondo che questi atavici primitivi insensibili vogliono.
Altro che sbattere i pugni sul tavolo  sbatteteli dentro a pane e acqua per un ventennio.

Share Button

Lascia un commento