“Tutta colpa dello yoga” di Laura Schiavini

“PENSARE PAROLE”:  recensione libro per martedì 7 luglio 2015

“TUTTA COLPA DELLO YOGA”  di Laura Schiavini        NEWTON COMPTON;

Il nuovo romanzo di Laura Schiavini è “tutta colpa dello yoga” edito da Newton Compton. Dopo il bestseller “a qualcuno piace dolce” la bravissima scrittrice Laura Schiavini ritorna con questo delizioso “tutta colpa dello yoga”. E’ la storia di Mimì, 32 anni e una laurea in psicologia che non le riesce di sfruttare e quindi va alla ricerca insistente di un lavoro nel suo campo, ma non riuscendovi si è adattata a lavorare come “esattrice” in una azienda che concede prestiti e fa recupero crediti. Una dura  sconfitta per Mimì che non accetta questa situazione lavorativa. Per farla superare questo periodo di crisi la sua amica Franca la invita ad iscriversi con lei ad un corso di yoga. L’obiettivo di Mimì è quello di ritrovare un equilibrio interiore. Al corso di yoga Mimì incontra “SWAMI”, in sancrito significa “maestro”, il maestro di yoga che in realtà si chiama Andrea Vidali, con il quale Mimì instaura un rapporto di ben poco spirituale. In contemporanea entra in scena il suo capo dell’agenzia, Enrico Giraldi, che metterà ulteriore confusione nella vita di Mimì , la quale dovrà scegliere tra Swami, del quale crede di essere innamorata, e Enrico per il quale prova una grande attrazione. La scrittura di Laura Schiavini conquista subito perché è una scrittura che non si perde in inutili iperbole lessicali, la sua scrittura è lineare e intensa, concentrata sulla storia che racconta, una scrittura chiara e magicamente visiva. “Tutta colpa dello yoga” è una commedia divertente, garbata, romantica il giusto e molto attuale. Un romanzo leggero che parla di lavoro, di vita, di sentimenti, di insoddisfazioni, di desiderio di sentirsi realizzati, di cambiamenti. Un romanzo attuale che parla di crisi economica italiana, di austerity, di flessibilità del lavoro, di debiti, di mancanza di soldi e lo fa in maniera semplice. Questo è un punto a favore del romanzo e una intuizione giusta della scrittrice Schiavini che non si nasconde dietro mondi fatati inesistenti e la protagonista Mimì è una ragazza di oggi come ce ne sono a migliaia in Italia. Il romanzo non risulta noioso anche se si parla di vita vera, anzi i problemi vengono trattati con lucidità,  pacatezza e spirito combattivo. Un mix di romanticismo, attualità, amore, un po’ di sesso, leggero e discreto,, e poi lo yoga a fare da collante a tutta la storia e di cui si parla in maniera concreta e reale, come se fosse un argomento che tutti possono comprendere. Una bella intuizione questa di parlare di questa disciplina che è lo yoga, che unisce mente e corpo in un unico risveglio e consapevolezza. Proprio il messaggio del romanzo a cui dà quel tocco di spiritualità essenziale e che lo rende un racconto moderno. Bastano pochi ingredienti sapientemente miscelati per creare un bel romanzo in cui tutti possono riconoscersi. Questo è il talento di Laura Schiavini, una scrittrice italiana che parla di sentimenti semplici ma universali, raccontati con passione e attenzione. La scrittrice si fa apprezzare per la attualità del racconto carico di umanità e vita vera. Lo stile italiano di Laura Schiavini è questo e “tutta colpa dello yoga” lo conferma egregiamente.

DANIELA MEROLA

Share Button

Daniela Merola

Un saluto a tutti, sono Daniela Merola, scrittrice, blogger, giornalista e il mio sentiero è sempre stato "il coraggio delle proprie idee".

Lascia un commento