Recensione libro “Una lunga estate crudele” di Alessia Gazzola

“PENSARE PAROLE”: recensione libro per martedì 10 marzo 2015

“UNA LUNGA ESTATE CRUDELE” di Alessia Gazzola;  Longanesi editore

Alessia Gazzola ha esordito in editoria con il romanzo “L’ALLIEVA” del 2011 per Longanesi e subito si è fatta apprezzare per la sua scrittura fresca, vivace e diretta. Ora ritorna con “una lunga estate crudele”dove conferma le sue qualità di scrittrice efficace. E ritorna anche la  protagonista dei suoi romanzi, Alice Allevi, una giovane specializzanda in medicina legale, la cui vita è divisa tra il suo lavoro e la vita amorosa burrascosa; il suo cuore è in sospeso tra due uomini completamente diversi: Arthur, un uomo che l’ha fatta soffrire, ma da cui è ancora attratta, e Claudio, un medico legale rampante, bello e pericoloso. Sul lavoro Alice si lascia sempre tentare dalle indagini investigative e dalle soluzioni fantasiose quando collabora con il commissario Calligaris, il quale ha molta fiducia nell’intuito investigativo di Alice e le lascia campo libero per agire. In una lunga estate romana Alice si imbatte in un caso che la coinvolgerà molto: il ritrovamento di uno scheletro di un giovane attore teatrale che si credeva fosse scomparso anni prima e che ora è stato trovato il suo scheletro. Una indagine dove Alice perdere un po’ la bussola tra personaggi del mondo teatrale dove tutto sembra falso ma che invece potrebbe essere realtà; nel contempo Alice si dibatte nelle sue tormentate storie sentimentali senza mai venirne a capo. Un romanzo dove spicca la scrittura scorrevole di Alessia Gazzola; un po’ thriller, un po’ non-thriller, un giallo un po’ forzato, un giallo tenue si può dire per queste indagini discretamente convincenti. Il romanzo è in linea di massima un rosa-giallo a tratti un po’ adolescenziale nelle sue figure maschili stereotipate e una troppa ingenuità e goffaggine della protagonista, senza nulla togliere però alla scrittura e all’intuito di Alessia Gazzola che forse ha bisogno di un po’ più di sprint e coraggio per non essersi volutamente soffermare sul genere thriller inserendovi, si immagina per intuibili motivi, il rosa e un romanticismo talvolta eccessivo, un indugiare sulle vicende sentimentali di Alice che si sovrappongono alle indagini sulla ricerca dell’assassino, indagini che restano ai margini della narrazione. “Una lunga estate crudele”è il quinto libro con protagonista Alice Allevi che ancora non ha avuto una definitiva evoluzione narrativa, sospesa tra indagini investigative e confusa vita sentimentale. Alessia Gazzola resta una brava scrittrice che con garbo e senza efferatezza riesce a imbastire un buon romanzo sia pur con una trama un po’ tropo in bilico tra rosa e thriller.

DANIELA MEROLA

Share Button

Daniela Merola

Un saluto a tutti, sono Daniela Merola, scrittrice, blogger, giornalista e il mio sentiero è sempre stato "il coraggio delle proprie idee".

Lascia un commento