Film “The english teacher”

PER LA RUBRICA” L’OCCHIO CINEFILO” RECENSIONE FILM “THE ENGLISH TEACHER”       GIOVEDI’ 8 maggio 2014;

 

Craig Zisk firma la sua prima regia cinematografica dopo essere stato per anni un veterano della regia televisiva con “THE ENGLISH TEACHER”, un piccolo film indipendente con un cast pregevole: Michael Angarano, Julianne Moore, Greg Kinnear, Lily Collins e Nathan Lane, un cast ben amalgamato e ben riuscito che da giusta forza a questo film e con delle eccezioni interpretative con Julianne Moore e Nathan Lane volutamente sopra le righe e delizioso. Un film presentato l’anno scorso al TRIBECA FILM FESTIVAL, uscito ora in Italia e che ha trovato un suo spazio nell’affollato mondo cinematografico fatto anche di varie inutilità; questo film non propriamente un capolavoro è comunque un film riuscito a metà che non scontenta un pubblico che vuole divagare. Linda Sinclair è una severa insegnante di letteratura inglese tutta chiusa nel suo piccolo mondo fatto di libri e tranquillità che vive a Kingston, una piccola cittadina della PENNSYLVANIA, USA; non è sposata e senza figli vive una esistenza priva di scossoni sentimentali; la sua vita però cambia radicalmente quando ritorna nella cittadina un suo ex alunno, JASON SHERWOOD, che era andato a New York per diventare drammaturgo teatrale ma non  essendovi riuscito rientra a Kingston col desiderio di proporre la sua sceneggiatura lì; Linda lo convince a farla mettere in scena nella conclusiva recita scolastica di fine anno e così ,grazie alla “CRISALIDE”, questo il titolo del testo teatrale, i due iniziano una amicizia affettuosa che sfocia poi in un rapporto sessuale; L’insegnante affida la rappresentazione del testo all’insegnante di recitazione della scuola(uno spassosissimo Nathan Lane);  da qui la vita della Sinclair precipita in un caos totale non immaginando quali problemi avrebbe creato una rappresentazione teatrale che comporta dei costi e il suo rapporto sentimentale con l’autore Jason; un tourbillon di situazioni paradossali e tragicomiche investe l’insegnante e la sua tranquilla vita ormai sconvolta. La sceneggiatura del film appare un po’ trita e già vista con personaggi non approfonditi e situazioni banali ma il film prende quota nel suo clou comico quando la Sinclair non sa come uscire da imbarazzi e problemi. La “CRISALIDE” della piece teatrale è Linda Sinclair che viene tirata fuori dal suo guscio protettivo e catapultata nella vita vera in un realismo che rende il film apprezzabile proprio in questi passaggi nonostante all’inizio appaia come una commedia dell’ovvio e del già visto; man mano che il film perde il suo “ROMANTICISMO STUCCHEVOLE diventa un film  che ha una sua brillantezza spontanea grazie anche all’ottimo cast ma poi nel finale ricade in una commedia classica e stantia.

DANIELA MEROLA

Share Button

Daniela Merola

Un saluto a tutti, sono Daniela Merola, scrittrice, blogger, giornalista e il mio sentiero è sempre stato "il coraggio delle proprie idee".

Lascia un commento