Recensione del libro: “La moglie magica” di Sveva Casati Modigliani

Recensione del libro: La moglie magica” di Sveva Casati Modigliani

 

Nuovo libro per Sveva Casati Modignani edito da Sperling &kupfer il cui titolo è “ LA MOGLIE MAGICA”, un ritorno in gran stile che tratta un argomento scottante; il libro della Modignani è una sorpresa affascinante e spiazzante che ancora una volta conferma la scrittrice come una delle più talentuose scrittrici italiane e grande conoscitrice dell’universo femminile. Questa volta affronta un tema tristemente attuale, una vera piaga sociale, la violenza sulle donne, argomento trattato con grande consapevolezza e rispetto, un romanzo che racconta la storia di molte donne, è un esempio di come le donne riescono a sopravvivere e ad evolversi; la scrittura della Modignani fa ovviamente il suo rendendo il romanzo pieno di intensità. La storia è incentrata sulla vita di Mariangela che a 20 anni si sposa con Paolo e va a vivere a Milano in un elegante palazzo liberty. Mariangela ha una gran voglia di vivere e sin da bambina il suo soprannome è “MAGIA”, la magia che esprimono i suoi occhi, tutti la apprezzano nel palazzo per la sua vitalità. Con il passare del tempo Mariangela inizia a spegnersi, a essere nervosa, sfuggente, triste; i vicini non capiscono i motivi del suo malessere e non sanno come aiutarla; il suo problema è suo marito Paolo. Quel matrimonio celebrato 14 anni prima era per Mariangela una promessa di una vita brillante, una vita agiata e piena di soddisfazioni. Ma il suo sogno è svanito in fretta perché ha scoperto che il marito Paolo è un uomo possessivo, un uomo violento e geloso che non tollera neanche l’affetto che la moglie ha per i loro due figli. Un giorno Mariangela dopo l’ennesima aggressione da parte di Paolo si risveglia dal suo torpore, dalla sua incredulità, dalla sua depressione e decide di riprendersi la sua vita, di reagire per se stessa e per i suoi figli. Riscopre così che il suo soprannome “MAGIA” può ancora vivere, che lei è viva dentro di sé e che ancora rispecchia la forza del suo animo. Un libro che ha una apparente trama banale ma che invece è un affresco sincero dell’anima femminile, senza banalità, senza ordinari età, ma è una storia con la sua unicità perché ogni storia di violenza sulle donne ha una propria unicità; un romanzo che nasconde una energia insospettata con un finale che va da sé. Assolutamente un libro interessante e molto istruttivo che nel finale rilascia tutta la sua potenza nel descrivere la vita che rinasce sotto le macerie.

DANIELA MEROLA

Share Button

Daniela Merola

Un saluto a tutti, sono Daniela Merola, scrittrice, blogger, giornalista e il mio sentiero è sempre stato "il coraggio delle proprie idee".

Lascia un commento