Quelle telefonate fastidiose dei Call Center

La telefonata arriva, inevitabile come la pioggia della prima domenica di vacanza. E’ sempre così, quando una cosa non deve accadere ecco che accade. Finalmente a casa, ho pochi minuti da dedicare alle mie cose. Pochi minuti perché il lavoro si sa è implacabile. Ore 13,45.
Trilla il telefono, fastidioso mentre ho in bocca un po’ di pane. Trilla imperioso come un professore che rimprovera. Pronto!? Chi è?  Pronto?
“Sono un’operatrice vodafone e chiamo per…”
Fermi signorina (dovrei dire signora)… vede il registro delle opposizioni, e lei a me: “Non è attivo!! (sorrisino di sottofondo)”.
Come signorina… cosa dice…
Orbene mi ci vuole una parentesi.
Ho un altro numero telefonico (pubblico, cioè in l’elenco) e là mi sono iscritto al registro delle opposizioni. Per questo numero, in effetti, non l’ho fatto perché per migliorare la mia privacy l’ho lasciato riservato (non pubblico, volete chiamarlo anonimo?! Chiamatelo così!).
Dunque la cosa incredibile è che io essendo praticamente inesistente con quel numero non posso avvalermi dello strabiliante sistema del registro delle opposizioni che altro non è che un elenco lunghissimo (che consiglio vivamente) attraverso il quale puoi dire agli operatori come vodafone: per favore non chiamatemi perché non voglio essere disturbato.
Ricapitolo: in effetti con il numero di casa non sono riuscito a inserirmi nel listone che mi avrebbe protetto dalle telefonate insistenti degli operatori telefonici perché ho un numero privato, dunque il garante pensa: se è privato nessuno ti chiamerà!
Fatta la legge: trovato l’inganno!!!
E invece mi chiamano eccome e ritorno dalla signora della vodafone di oggi che alle 13,45 mi intima:
“Lei non vuole la mia offerta? E lei non capisce niente signore mio”.
Ma io vorrei solo mangiare tranquillo?
“E vada a magiare il maccherone con la salsa e studi l’italiano!”
Ma come cosa c’entra l’italiano ora… balbetto impaurito dalla famelica vendicatrice di questo operatore…
“C’entra e come signore: Lei ha detto che è iscritto al registro delle opposizioni, invece non è iscritto, dunque non capisce niente, dunque è ignorante: dunque vada a studiare l’italiano”.
Più o meno il senso della conversazione è questo… ora mi viene davvero da sorridere, ma devo ammettere che il sistema evidenzia una pecca grave: se hai un numero telefonico in elenco puoi annullare le telefonate pubblicitarie. Se hai un numero “privato” non lo puoi fare, ma sei comunque ostaggio di queste telefonate ripetitive, ossessionanti che ti propongono continue offerte.

 © Riproduzione riservata
Gianfranco Natale

Share Button

Lascia un commento