Aperitivo per la presentazione del teatro “Furio Camillo”

“TRACCE DI CULTURA”:

recensione evento “APERITIVO PRESENTAZIONE STAGIONE 2015/2016”

ROMA,  TEATRO FURIO CAMILLO   24 settembre 2015

 

C’è un appuntamento a teatro davvero molto bello il 24 settembre alle ore 19:30 al Furio Camillo di Roma che presenta le attività formative e le rassegne per la stagione 2015/2016. L’aperitivo darà il benvenuto a tutti gli spettatori che vorranno condividere questa presentazione del lavori che offre il Furio Camillo e alla stampa invitata a commentare la stagione che sta per iniziare. Una particolare attenzione va data alla rassegna di circo-teatro “battiti”, alla rassegna “domeniche dei bambini” e al vasto programma formativo. Durante la serata si esibiranno in diverse attività la compagnia “materia viva”, la compagnia di danza “sakuntela”, la compagnia “circo sonambulos” e ancora si esibiranno Linda Di Pietro e Gianluca Riggi, il tutto per presentare al pubblico e alla stampa le iniziative della nuova stagione. Si potranno acquistare anche due libri che parlano dell’acrobatica aerea e della giocoleria, attività sostenute dal Furio Camillo anche grazie alla vendita di questi libri, un invito quindi a farlo; i libri sono “pearls of juggling” di Anthony Trahir e “racconti d’aria” di Castelluzzo e Peschi. Tutte le esibizioni avverranno in tutti gli spazi disponibili del teatro, dai camerini alla platea e al foyer, tutto il teatro diventerà un palcoscenico e il teatro ospiterà anche mostre, letture, monologhi, presentazioni varie. La direzione artistica del teatro ha creato un percorso culturale molto interessante che verrà spalmato durante tutta la stagione 2015/2016. Un invito quindi ad assistere e a sostenere il teatro Furio Camillo partecipando all’aperitivo di presentazione e a tutte le offerte proposte. Un appuntamento immancabile per conoscere e apprezzare lo sforzo culturale del teatro Furio Camillo.

DANIELA MEROLA

Share Button

Daniela Merola

Un saluto a tutti, sono Daniela Merola, scrittrice, blogger, giornalista e il mio sentiero è sempre stato "il coraggio delle proprie idee".

Lascia un commento