Recensione evento: “Più libri, più liberi”

“TRACCE DI CULTURA”:

EVENTO “PIU’ LIBRI, PIU’LIBERI”

FIERA DELLA PICCOLA E MEDIA EDITORIA

PALAZZO DEI CONGRESSI EUR, ROMA      4-8 dicembre 2015

 

Al via la 14a edizione di “più libri, più liberi”, fiera della piccola e media editoria, che ha avuto una media di cinquantamila visitatori nelle 13 passate edizioni e che non mancherà di continuare il successo più che meritato. Mille relatori annunciati per quest’anno suddivisi nei 5 giorni di programmazione, 330 appuntamenti tra novità in uscita, incontri con gli autori, readings e interviste, oltre all’offerta di vendita dei 380 marchi presenti. “Più libri, più liberi” è un appuntamento prenatalizio ormai immancabile che apre i battenti ve 4 dicembre fino all’8 dic nei due piani di esposizione del palazzo dei congressi dell’Eur di Roma. Una fiera promossa e organizzata dall’aie (associazione italiana editori), quindi promossa dai grandi editori, che per la prima volta quest’anno ha ottenuto un contributo diretto di 95.000 euro anche da parte del mInistero per i beni culturali, fondi che si aggiungono a quelli erogati dal “centro per il libro e la lettura”, da regione Lazio, comune di Roma e Ice, per un totale di 343 mila euro di finanziamenti pubblici. Uno sforzo e un segnale di attenzione per una manifestazione da sempre improntata alla trasversalità dei linguaggi e dei contenuti, nel segno del pluralismo delle voci. Il tutto per “amore dei libri” come recita lo slogan dell’evento, un amore che nonostante la crisi del settore editoria in generale si percepisce nel clima di festa e di passione che da sempre caratterizza la kermesse, osservatorio privilegiato sulle novità della produzione italiana ed internazionale. “Più libri, più liberi”rivendica il proprio ruolo di “avanguardia culturale”, ricordando di essere “esploratori di nuove nicchie di mercato prima dei grandi editori”, con una attività di scouting alla ricerca di tendenze e autori del domani. Foltissima la presenza anche in questa edizione 2015 di scrittori, attori, giornalisti, fumettisti, intellettuali, saggisti, politici, che sfileranno nei saloni del palazzo dei congressi dell’Eur a partire dall’inaugurazione con il politologo francese Bernard Guetta, protagonista venerdì alle 12:00 di un incontro che era già previsto da tempo ma che è divenuto tanto più attuale dopo gli attentati di Parigi; il titolo dell’incontro è “stato islamico: l’Europa è in guerra?” Alla Francia, e anche questo era già previsto, sarà dedicato uno speciale focus della kermesse. In poche parole “più libri, più liberi” è precursore dei tempi, una fiera più attuale che mai. All’evento interverranno anche Andrea Camilleri, Erri De Luca e Massimo Carlotto. Domenica 6 dic ci sarà Dacia Maraini per parlare al pubblico del suo “la mia vita, le mie battaglie”. Verranno a presentare i loro ultimi lavori anche Marco Balzano, ultimo premio Campiello, Marcello Fois, Tommaso Pincio e tanti altri. “Più libri, più liberi” è ormai una realtà del panorama culturale italiano.

DANIELA MEROLA

Share Button

Daniela Merola

Un saluto a tutti, sono Daniela Merola, scrittrice, blogger, giornalista e il mio sentiero è sempre stato "il coraggio delle proprie idee".

Lascia un commento