Recensione “Il demone imperfetto” di Rita Daniela Marasco

Kiamarsi Magazine Tutti i diritti sono riservati

Approfondimenti sull’autrice e sul Libro. 

“Il demone imperfetto” è la prima silloge poetica che Rita Daniela Marasco pubblica con la Casa Editrice Kimerik, ma l’autrice ha già partecipato alla pubblicazione di due raccolte poetiche per Aletti Editore, per il quale ha pubblicato anche il volume “Compagni di viaggio”, e svariate pubblicazioni di carattere scientifico su riviste internazionali del settore.
Il titolo di questa nuova raccolta, così singolare, fa riferimento a una sorta di alter ego “spietato e distruttivo, glaciale e inarrivabile” – come lo definisce l’autrice stessa nella prefazione. È una creatura incorporea, quindi imperfetta, che prende forma dall’immaginazione e nel suo essere così vacua e distante dalla realtà incarna proprio quella tendenza a rielaborare la realtà in maniera distorta perché filtrata dal ricordo. La memoria, infatti, tende inevitabilmente a catturare ciò che ha fatto maggiormente presa sulle emozioni, per cui finisce col colmare i vuoti e/o modificare tutto ciò che faceva da contorno all’esperienza vissuta. In questo senso, quindi, ricordi ed emozioni sono come veli che alterano ogni cosa. In questa alterazione, l’essere cerca di affermare la sua libertà, esaltare l’empatia e la dedizione nei confronti dei suoi simili, eppure al tempo stesso conserva in sé una forza distruttrice che gli impedisce di elevarsi e raggiungere la completa redenzione.
Il demone imperfetto aleggia in ogni componimento, assumendo le sembianze di Vita, di Libertà e di Amore, ritratto in ogni forma che assume come un’entità divina, bellissima ma capricciosa, che si fa desiderare senza concedersi, disprezzando e umiliando i desideri, le speranze e il dolore dei mortali.

Libertà è “una sgualdrina astuta, che ride sguaiata in una piazza vuota.
Si fa beffe di tutti, irride la paura, schernisce il riguardo, dileggia il rispetto.
Siede scomposta su un trono di giunchi, bella e sprezzante, come labbro che non voglia baci, privilegio immeritato, premio mai vinto…”

Con lo stesso tono ella si ribella alla Vita che le ha sottratto l’amato:
Vita, che stringi in un morso aguzzo brandelli sanguinanti del mio cuore, che mi hai strappato l’amore dalle braccia, che hai umiliato il mio orgoglio, schiaffeggiato e deriso la speranza.
Vita, sgualdrina dal trucco sbavato”.

Amore, invece, è come un cacciatore che tende il laccio in attesa che la preda compia un passo falso:“con un ghigno beffardo Amore scruterà perfido il tuo passaggio e conterà ogni improvvido passo”.

In diversi componimenti, però, è possibile ritrovare anche il profondo senso del dovere e la passione che la Marasco nutre nei confronti della propria professione di medico oncologo e chirurgo toracico. Con “La preghiera del medico” e “Preghiera del chirurgo” ella affida le anime dei propri pazienti alle potenze celesti e chiede all’onnipotente di darle la saggezza e la sicurezza necessarie per svolgere al meglio la sua vocazione, salvare vite e prendersi cura di quei corpi fragili e sofferenti.

Aiuta chi soffre, Signore, e sostieni chi cura…”

E ancora:
Proteggi, ti prego, tutti i pazienti, guarisci i loro mali, conforta il loro pianto, lenisci ogni dolore, corrobora nei loro cuori la speranza, e senza indugio, oggi e sempre, finché avrò vita, serviti delle mie mani e del mio ingegno”.

Il demone imperfetto” è una raccolta interessante, dal gusto dolce-amaro, in cui sentimento e immaginazione imprimono una potente forza evocativa a ogni verso.


Il demone imperfetto
di Rita Daniela Marasco
ISBN: 978-88-5516-118-3
Formato: Rilegato
Genere: Poesie
Collana: Karme
Anno: 2019
Pagine: 58
Disponibile anche in formato e-book

Rita Daniela Marasco ha al proprio attivo numerose pubblicazioni su riviste scientifiche internazionali. Ha pubblicato, con Aletti Editore, nella raccolta Surfinia, I Poeti Italiani Contemporanei (2016), Cierzo (2016) e Compagni di Viaggio (2017).

Kiamarsi Magazine Tutti i diritti sono riservati

Share Button

Lascia un commento