Recensione mostra :”Cielo, 33 quaderni mistici”

“TRACCE DI CULTURA”:

RECENSIONE MOSTRA

“CIELO, 33 QUADERNI MISTICI” di Caroline Peyron

Certosa e museo di San Martino, Napoli       30 settembre-29 ottobre 2015

 

Si apre alla certosa di San Martino di Napoli la mostra dell’artista francese Caroline Peyron che da anni è trapiantata a Napoli e ivi lavora intitolata “cielo, 33 quaderni mistici”. La mostra è a cura di Rita Pastorelli e dal 30 settembre al 29 ottobre sarà esposta nel refettorio della certosa di San Martino a Napoli. Una mostra particolare che parla di versi di 33 tra i più noti testi della letteratura mistica quali “il cantico dei cantici” di Salomone al “libro della mia vita” di Teresa D’Avila, e così via, questi versi vengono accompagnati e diventano “visibili”, “raccontabili”, “palpabili” dagli inchiostri, dai ricami, dai colori ad acquerello di Caroline Peyron. Ciò che caratterizza il lavoro dell’artista francese è la sua umiltà nell’accostarsi al mondo mistico,  la sua devozione, il suo rispetto profondo che esprime attraverso questi 33 quaderni con il suo tocco poetico e fortemente espressivo dei versi stessi; la poesia dei “33 quaderni mistici” si esprime con la forza dell’arte di Caroline Peyron diventando davvero materia viva e vitale. Il percorso artistico della Peyron è qui suggerito, sussurrato, per creare ancora di più l’atmosfera e far sì che la verità di questa esposizione venga fuori da sé. La mostra è visibile in un calendario prestabilito perché la Peyron sarà presente e accompagnerà i visitatori per illustrare la propria opera e accompagnare i visitatori nella suggestione dell’intero museo di San Martino. Per esempio, il 24 ottobre (dalle 11:30 alle 13:30 e dalle 16:30 alle 18:30) proprio al museo di San Martino la Peyron darà il via al laboratorio di disegno per grandi e piccoli lo stesso che lei tiene da 5 anni al museo di Capodimonte, con lo scopo non tanto di insegnare a disegnare ma fondamentalmente con lo scopo di guardare e comprendere meglio attraverso il disegno il dipinto che si ha davanti, comprendere le linee, i volumi, la luce che crea quell’opera. Questo laboratorio sarà esteso anche ad altri musei quest’anno e fino a fine maggio. Tornando all’esposizione “cielo, 33 quaderni mistici”, tutte le opere esposte della Peyron raccontano la visione dell’artista del mondo mistico, la sua visione dell’esperienza mistica di uomini e donne che hanno lasciato un segno in tal senso e riconosciuto il mistero dell’uomo. La combinazione delle due visioni hanno dato forma a questa esposizione imperdibile. La mostra è una vera e propria esperienza raccontata dall’artista stessa.

DANIELA MEROLA

Share Button

Daniela Merola

Un saluto a tutti, sono Daniela Merola, scrittrice, blogger, giornalista e il mio sentiero è sempre stato "il coraggio delle proprie idee".

Lascia un commento