Richard Gere in una serie Tv

MotherFatherSon è una bella serie, ma serve una premessa.
Più che una serie trovo questa “serie” quasi un film. E’ più corretto dire un episode films.
La trama della narrazione è coerente e i tempi sono equilibrati. Meno dinamici rispetto a una serie tv classica, più lenti. E la cosa la trovo giusta.
La serie si è adattata al grande Richard Gere. E non poteva essere diversamente.
Il risultato? Una serie bella. Di più. I protagonisti, poi, li trovo straordinari.
Un padre forte e perfetto, una madre forte e imperfetta.
In mezzo un figlio, schiacciato come si fa con i fiori appassiti dentro un libro.
Una storia dove si innesta la corruzione dei media, la politica. Le commistioni probabili tra il mondo dell’informazione e i poteri occulti.
Da vedere assolutamente!
Voto: 8+

Gianfranco Natale
© Riproduzione riservata

MotherFatherSon è una miniserie televisiva britannica creata da Tom Rob Smith. Vede protagonisti Richard Gere, Helen McCrory, Billy Howle e Elena Anaya. In Italia è trasmessa dall’8 al 29 giugno 2020 su Sky Atlantic.
C’è un padre che è anche l’imperatore di un regno mediatico capace di decidere le sorti delle elezioni politiche britanniche. Il figlio dovrebbe essere come lui e per meglio riuscire nell’impresa genitoriale viene violentemente strappato alla madre e affidato in via esclusiva al padre. Che lo distrugge.
La madre che è stata costretta ad allontanarsi da questo figlio così amato e che ha cercato di riempire il vuoto dentro di sé in svariati modi, peraltro senza successo.

Maximilian “Max” Finch, interpretato da Richard Gere, doppiato da Mario Cordova.
Proprietario di un quotidiano americano ed ex marito di Kathryn.
Kathryn Villiers, interpretata da Helen McCrory, doppiata da Franca D’Amato.
Ereditiera britannica ed ex moglie di Max.
Caden Finch, interpretato da Billy Howle, doppiato da Fabrizio De Flaviis.
Figlio trentenne di Max e Kathryn.

Share Button

Lascia un commento