“Seven Seconds” un misterioso incidente e un’indagine inaspettata

“Seven Seconds” è una serie televisiva originale Netflix. Veena Sud è la creatrice e showrunner della serie, mentre Gavin O’Connor è il regista e produttore esecutivo.
Non amo le serie “facili”. Sono le contraddizioni che rendono interessante una storia.  Sviluppi impossibili  che a un tratto appaiono lì, vibranti e plausibili. Del resto gli intrecci sono trame che oscurano la realtà fino a farla diventare verosimile.
Questa è una serie difficile, ma scorre via in un attimo, fatta veramente bene.
Un adolescente muore, apparentemente per un banale incidente automobilistico.
Ma il ragazzino è di colore, l’autista un poliziotto in borghese e già questo basterebbe a creare intrighi e dinamiche oscure.
Non basta: il ruolo della madre, donna coraggiosa e intuitiva.
Una vice procuratrice annebbiata da alcol, debolezze e rimorsi.
Un investigatore buono e tanti poliziotti cattivi.
Il  miscuglio è interessante e la storia da vedere.
Io comunque voto, metterei 7
Ma il ruolo di Clare-Hope Ashitey (la vice procuratrice apparentemente inadeguata, ma che si rivela un personaggio fondamentale) mi spinge per il 7 e mezzo:
Sì 7 e mezzo.
Comunque da vedere.

Gianfranco Natale
© Riproduzione riservata

La serie, prodotta da Fox 21 Television Studios, è ispirata al film russo The Major (2013), scritto e diretto da Yuri Bykov. La prima stagione, composta da 10 episodi, è stata distribuita su Netflix il 23 febbraio 2018.Il 18 aprile 2018 Netflix ha confermato che la serie rimarrà limitata a una sola stagione e non ce ne sarà una seconda.

Share Button

Lascia un commento