Recensione film “The nice guys”

“THE NICE GUYS” RECENSIONE FILM     dal 1 giugno 2016 al cinema.

Shane Black è il regista perfetto per questo “buddy movie” “the nice guys”, sceneggiatore di “arma letale” e “l’ultimo boy scout”, un film con una coppia inedita, Ryan Gosling e Russell Crowe, “due bravi ragazzi”che regalano questo divertente e delizioso film di genere “action-poliziesco”, il “buddy movie”per l’appunto. Loro sono una nuova coppia di investigatori in questo poliziesco ambientato negli anni ’70 con quel tocco un po’ pop un po’ pulp che lo avvicinano a capolavori come “paura e delirio a Las Vegas”.
Il film narra di due poliziotti agli antipodi per personalità e estrazione sociale che si trovano a collaborare per indagare sull’apparente suicidio di una celebrità del cinema porno e sulla contemporanea scomparsa di una pornostar. Questo ruolo è interpretato da Margaret Qually la cui mamma è Kim Basinger, anch’essa nel film e perfetta per i ruoli da dark lady.
A Russell Crowe spetta il ruolo del poliziotto dai metodi sbrigativi e poco ortodossi e Ryan Gosling interpreta un investigatore privato senza scrupoli, codardo e poco virile. Insieme formano una coppia perfetta per questo film d’azione, coinvolti in avventure rocambolesche dalle quali escono sempre illesi: sparano, cadono dai grattacieli e finiscono direttamente nelle piscine degli hotels, sfrecciano in macchine potenti nella L.A. degli anni ’70, invasa dalle droghe, dalla malavita e dal porno, e i due poliziotti finiscono senza volerlo in un caso più grande di loro. Tra killer dalla faccia d’angelo, ragazze in fuga e stralunate vecchiette come improbabili clienti, Russell Crowe ritrova sul set Kim Basinger con cui ha lavorato in “L.A confidential”, Gosling invece ha a che fare con la promettente ragazzina australiana Angourie Rice.
Il contesto del film è effervescente, brillante, un bel film che non esagera in inutili divagazioni ma che si concentra su una buona sceneggiatura scritta a quattro mani dallo stesso Shane Black con l’amico Anthony Bagarozzi, e che non mostra cedimenti né cadute di stile anche perché ha il supporto di due super top come Crowe e Gosling. “The nice guys” è un action intriso di comedy, di thriller, di dramma e di mistery, il tutto ben miscelato in un film che non risulta mai fracassone o irritante. E’ la storia di una vera amicizia maschile, partita male ma poi diventata indispensabile per entrambi, una amicizia tra uomini anche se sui generis. Un film “fisico” ma con un bel messaggio di amicizia e giustizia.

DANIELA MEROLA

Share Button

Daniela Merola

Un saluto a tutti, sono Daniela Merola, scrittrice, blogger, giornalista e il mio sentiero è sempre stato "il coraggio delle proprie idee".

Un pensiero riguardo “Recensione film “The nice guys”

Lascia un commento