The Young Pope, una serie da non perdere

“The Young Pope” è il frutto di decenni di disaggi istituzionali della Chiesa Cattolica. Anni di tormenti e di crisi, di orrori (come quello della pedofilia) e di corruzione diffusa. Si deve dire che la Chiesa Cattolica ha cercato di porre rimedio a questa crisi epocale.
Credo che gli ultimi pontefici abbiano dimostrato che la rinascita della Chiesa cattolica è possibile.
L’opera di Sorrentino (Regista e ideatore della serie) non è altro che il racconto delle contraddizioni umane e imperfette. Non racconta tanto il lato oscuro, gli intrighi dello stato più piccolo e nel contempo più influente del pianeta. Certo, c’è un filo di trame oscure (e come non potrebbe esserci), ma il piacere narrativo non deriva dal fatto di mettere alla berlina la Chiesa, quanto nel gustare il momento imperfetto che anche un Papa deve necessariamente avere.
Se questa è la premessa, si deve dire però che la Serie marcia speditamente per un gusto sottile e piacevole della narrazione. Ironica e sfacciata, sempre coerente a se stessa.
Sorrentino è un narratore che partecipa al gusto narrativo cercando di far procedere il racconto così come deve essere, quasi fosse un fiume naturale che scorre così come deve scorrere.
E’ una serie che non si scaglia contro la Chiesa per il piacere di denigrare l’Istituzione.
Questa è una differenza non da poco, perché gli permette di essere a volte più spietato, altre volte più comprensivo e morbido.
La serie va assolutamente vista e poi vogliamo dirlo: Jude Law nelle vesti di un Papa “americano” è una storia nella storia, con tutte le contraddizioni malcelate. Straordinario. Non esisterebbe la serie senza Jude Law!
Voto 9

Gianfranco Natale
© Riproduzione riservata

The Young Pope è una serie televisiva italo-franco-spagnola di genere drammatico ideata e diretta da Paolo Sorrentino, e trasmessa dal 21 ottobre al 18 novembre 2016 sul canale satellitare Sky Atlantic. Co-produzione internazionale finanziata da Sky plc, HBO e Canal+, che vede tra i protagonisti Jude Law, Diane Keaton, Silvio Orlando, Cécile de France e James Cromwell, la serie è seguita dalla miniserie televisiva The New Pope. Si tratta della prima, e ad oggi unica, serie televisiva italiana ad essere stata candidata agli Emmy e ai Golden Globe.
Trama
Lenny Belardo è un giovane cardinale statunitense, mite e dallo scarso peso politico. Abbandonato in orfanotrofio in tenera età, Lenny è continuamente tormentato da tale abbandono e ha sviluppato un rapporto molto turbolento con la fede e con Dio. Inaspettatamente Lenny viene eletto pontefice dal collegio cardinalizio, che crede forse di avere trovato una pedina da poter manovrare a piacimento. Tuttavia Lenny, salito al soglio col nome pontificale di Pio XIII, si dimostrerà un papa controverso e per nulla incline a farsi comandare, machiavellico e manipolatore.

Personaggi principali
Papa Pio XIII (nato Lenny Belardo), interpretato da Jude Law. Il primo papa italo-statunitense della storia, giovane e ambizioso.
Suor Mary, interpretata da Diane Keaton. Una suora statunitense che ha cresciuto e aiutato Lenny ad arrivare al pontificato. Viene nominata segretario particolare del sommo pontefice.
Cardinale Angelo Voiello, interpretato e doppiato da Silvio Orlando. Segretario di Stato della Santa Sede.
La seconda serie prevede la partecipazione di John Malkovich. Cosa aggiungere?

Ideatore: Paolo Sorrentino
Regia: Paolo Sorrentino
Sceneggiatura: Paolo Sorrentino, Stefano Rulli, Tony Grisoni, Umberto Contarello

Share Button

Lascia un commento