“La notte di Plinio”: visite notturne a Pompei e a Ercolano

“TRACCE DI CULTURA”: “LA NOTTE DI PLINIO: VISITE NOTTURNE AGLI SCAVI

di POMPEI E ERCOLANO”

dall’11 luglio al 17 ottobre 2015;

 

Una iniziativa davvero unica questa di visitare di sera gli scavi di Pompei e Ercolano. Una bella iniziativa dopo le tante polemiche inerenti gli scioperi degli addetti ai lavori per quanto riguarda le visite diurne per i turisti. Dall’11 luglio al 17 ottobre e per ogni sabato la soprintendenza speciale per Pompei e Ercolano ha organizzato questi percorsi speciali serali. I visitatori possono in questo ambito visitare anche la mostra “rapiti alla morte: i calchi, le fotografie”, la bellissima mostra all’interno degli scavi di Pompei allestita nell’anfiteatro dell’area archeologica; una mostra affascinante dove si possono osservare i calchi restaurati recentemente, per chi non li ha visti dal vivo nelle visite diurne, calchi che sono un fermo immagine eterno sulle persone sorprese e travolte dall’eruzione vulcanica. Le visite per questo percorso sono scaglionate a gruppi di 40 persone. Per quanto riguarda Ercolano durante queste visite è possibile visitare il Padiglione della Barca con una suggestiva vista panoramica di tutta Ercolano; si possono ammirare gli scavi di Ercolano e i fossili delle vittime dalle Porte dei Fornici. Le visite serali qui sono scaglionate a gruppi di 25 persone. Un sabato sera agli scavi di Pompei e Ercolano è decisamente un sabato indimenticabile; questi percorsi serali offrono ai visitatori la possibilità di partecipare e di vivere percorsi alternativi e decisamente più originali, lontani dal turismo di massa diurno. Ogni percorso serale ha una guida esperta che ricostruisce gli avvenimenti storici legati alla terribile eruzione anche con l’aiuto di installazioni virtuali. Gli ultimi momenti di Pompei e Ercolano possono essere così rivissuti dai visitatori attraverso questi percorsi serali che utilizzano un linguaggio moderno, quello del teatro, della comunicazione social, della divulgazione multimediale. Queste visite sono state chiamate “la notte di Plinio” e consentono anche l’accesso alle “terme suburbane” di Ercolano solitamente chiuse di giorno. Sempre con l’esperto archeologo si può entrare nell’antica Ercolano visitando posti come “la casa del salone nero” e “la casa dello scheletro” fino a giungere alle terme dove si può ammirare una performance teatrale in cui l’attore di turno impersona Plinio il giovane nel mentre racconta la furia del Vesuvio sulle due città. Queste sono solo alcune chicche che questi percorsi serali offrono ai visitatori, percorsi da preferire al caos diurno e che permettono di scoprire Pompei e Ercolano in una veste nuova, più intima e alternativa.

DANIELA MEROLA

Share Button

Daniela Merola

Un saluto a tutti, sono Daniela Merola, scrittrice, blogger, giornalista e il mio sentiero è sempre stato "il coraggio delle proprie idee".

Lascia un commento