Un tenero augurio per questo Natale

Un tenero augurio
Due parole prima degli auguri e il tempo di una riflessione, il Natale è alle porte e sono sicuro che in tanti non sentiranno l’atmosfera lieve e leggera…
Non nascondiamoci dietro un dito, il momento è difficile… tanti giovani disoccupati, una classe politica non all’altezza della situazione.
Abbiamo bisogno di auguri, ma nel cuore sono sereno… convintissimo che anche questa volta l’Italia riuscirà a risalire la china…
Non è un auspicio, è una certezza: siamo gente laboriosa e creativa… abbiamo una struttura di valori che spesso ci ha soccorso.
Parliamo della scuola: è vero che tutti si lamentano?
E’ vero che non passa giorno che diciamo la scuola di qua e la scuola di là?
Ma scusate, se c’è una fuga di cervelli, questa bistrattata scuola pubblica alla fine questi “cervelli” riesce a formarli…
Non vorrei che questo falso messaggio (la scuola non va) fosse funzionale a far passare il messaggio meglio il privato
Insomma, se dovessi descrivere la scena direi che c’è un lento lavorio che sta limando le strutture portanti del nostro stare assieme (magistratura, scuole, istituzioni, ecc.).
Non so se è voluto, ma non passerà: resisterà, la nostra Carta resisterà, le istituzioni reggeranno.
La tormenta passerà. Io ne sono convinto e con me – sono sicuro tanti altri.
E allora un caro e affettuoso augurio… fervidi auguri per un Natale sereno e tenero come solo i sogni sanno raccontare…  Auguri sinceri a tutti voi e alle vostre famiglie…
Share Button

Lascia un commento