Versi dal mare per Alessandra Benassi

Scrivevo. Ho sempre amato il mare agitato e la solitudine.
Il fascino del vento e delle correnti.
Mi aiuta a pensare, a scrivere e a stare bene.
A. Benassi

Si presenta così Alessandra Benassi, giovane autrice de Il mare, una vela… un sogno, seconda raccolta di poesie pubblicata autonomamente nell’aprile dello scorso anno. L’impatto visivo è immediato: il blu domina incontrastato i suoi versi, i suoi pensieri, le sue emozioni… che da quel mare che osservava da bambina si originano per giungere attraverso le parole ai lettori.
L’Autrice racconta di essersi «fermata a riposare in un luogo che non frequentavo da tempo», il suo mare appunto, e d’un tratto, quando il suo sguardo vagava perso tra le onde, immerso nelle profondità blu della sua anima, lo vide. Uno scenario da sogno, una descrizione eterea è quella raccontata da un cuore innamorato poiché in quell’uomo «vidi lo stesso amore che da sempre mi accompagna verso le onde».
L’uomo, infatti, avvolto nella sua muta, non teme le onde, ma va incontro al blu, incontro al mare, incontro alla vita. E come per incanto, come «qualcosa che non aveva previsto», l’attenzione della giovane Autrice si distoglie e si concentra su altro, si concentra proprio su quell’uomo, sul «signore delle onde» che domina il mare.
La passione verso il blu si impregna del sentimento nascente nel cuore della giovane Autrice, l’amore verso il mare si fonde con l’amore per quell’uomo, un sentimento forte, viscerale, che nei versi che compongono la silloge è il protagonista indiscusso. E diventa un unicum.

Share Button

Lascia un commento