Sicilia

Arrivano più di cento medici stranieri in Sicilia

La Regione siciliana ha reclutato finora cento medici stranieri per integrare il personale sanitario, per far fronte alle carenze nel sistema sanitario. Questi medici sono stati reclutati tramite un avviso aperto emanato dal dipartimento di Pianificazione strategica dell’assessorato della Salute. Il fabbisogno totale rilevato dalle aziende sanitarie è di 1.494 unità.

Il presidente della Regione, Renato Schifani, ha commentato positivamente il risultato raggiunto, sottolineando l’ottima professionalità e competenze specialistiche dei medici reclutati. Essi vengono inseriti principalmente nei pronto soccorso, dopo un periodo di formazione linguistica e con il supporto logistico dei sindaci dei Comuni dove operano.

Il reclutamento è gestito dal dipartimento di Pianificazione strategica, che continuerà a valutare altre candidature nei prossimi giorni. Il governo regionale sta cercando di mitigare il problema della carenza di medici anche attraverso l’implementazione di soluzioni strutturali, come l’aumento del numero di accessi ai corsi di laurea in Medicina, in attesa dell’entrata in vigore di misure quali un’indennità transitoria per i medici da destinare agli ospedali di frontiera.

Le discipline indicate nell’avviso di reclutamento includono cardiologia, chirurgia, gastroenterologia, ginecologia, medicina di emergenza, medicina interna, ortopedia, pediatria, anestesia, psichiatria, urologia e neurologia. Finora sono stati reclutati 64 medici, e altri 36 sono in fase di colloqui per essere assunti. Le richieste sono valutate da una commissione formata dai capi dipartimento delle aziende sanitarie, secondo l’ordine cronologico di arrivo.

Share Button

Lascia un commento