Recensione di “L’essenziale” di Denise Lorella Narducci

E’ un peccato che noi donne, forse anche a causa di una cultura tendenzialmente maschilista che alimenta e si serve di questo, spesso non riusciamo a entrare in contatto profondo perché divise da sentimenti istintivi di rivalità e competizione. La verità è che il mondo mentale delle donne è un mondo bellissimo che sarebbe bello condividere fra amiche e non, invece spesso ci condanniamo, ingenerosamente verso noi stesse, a cercare unicamente di farci conoscere e capire dagli uomini, che capirci non potranno mai, perché vuoi per natura o vuoi per cultura parlano un linguaggio diverso.
Bellissima è la parte di questo scritto dedicata all’ “intelligenza emotiva” concetto teorico da un po’ di anni largamente divulgato dalla psicologia e ritenuto fondamentale dalla pedagogia odierna nell’ educazione dei piu’ giovani. Intelligenza emotiva è la capacità di collegare la mente con il cuore, solo in questo modo si riesce a gestire le proprie emozioni, e solo così forse, in amore si riesce ad evitare di farsi sopraffare dai sentimenti a scapito della propria dignità. Leggendo questa sezione del libro, per me è stato come guardarmi in uno specchio e, sono sincera, quello che ho visto mi è piaciuto molto, così tanto da sentirmi tutto sommato orgogliosa per come sono fatta. Del resto proprio questo orgoglio e amor proprio, noi donne spesso ce li facciamo portare via in modo incauto, per colpa di un eccessivo e cocciuto desiderio di accudire chi si ama anche quando non lo merita.
Istruttiva e interessante è la sezione dedicata ai modi di vivere la sessualità e l’identità di genere, offertaci dall’autrice con molta generosità e coraggio, sapendo che si rivolge ad una società che non sempre è pronta ad affrontare l’argomento. Ottime le chiarificazioni e le “distinzioni classificatorie” tra omosessuale, transessuale, transgender ed ermafrodita a scampo di tutti i pregiudizi o delle errate conoscenze che da sempre si tramandano su questi concetti.
Cio’che rende estremamente piacevole alla lettura questo libro è la forma utilizzata da questa giovane e promettente scrittrice la quale è abile nel “condire” una ben esposta argomentazione di temi psicologici con le proprie esperienze personali, spesso personalissime. Consigliato alle piu’ giovani e inesperte perché si parla molto di sesso, sessualità, erotismo ma sempre in modo delicato e raffinato, nel modo in cui farebbe con loro una sorella maggiore. Denise ama la sua vita ed è orgogliosa di come sta andando e questo rende ciò che ci vuole comunicare ancora piu’ convincente.
Un libro bello perchè scritto con la mente collegata al cuore.

Ilaria Paradisi

Share Button

Lascia un commento