“Forse” un romanzo sorprendente, di Francesca Sabatini

“Forse” un romanzo sorprendente, di Francesca Sabatini

Il punto di forza di questo romanzo è sicuramente il fatto che durante lo svolgimento della trama, racconti di un trauma emotivo più comune di quanto si possa pensare.
L’autrice affronta una tematica in cui svariati lettori possono riconoscersi, o potranno farlo anche in futuro.
La protagonista è Marina, una donna vedova e madre di un figlio che ama alla follia e al quale cerca di dare tutto l’affetto che, di solito, si divide fra due genitori; Marina sta cercando di superare a poco a poco il trauma della morte precoce di suo marito.

Ha bisogno di ricominciare, lo fa in un modo istintivo, quasi un “bisogno di sopravvivenza”.
Ricomincia dalle cose in comune con il defunto marito, dagli oggetti.
Un giorno qualunque, nel suo diario del dolore scrive una nuova pagina: mentre rimette ordine in casa sua e metaforicamente anche nel suo cuore, viene a conoscenza di un segreto terribile, fa una scoperta che segnerà il punto di svolta di questo romanzo, il suo modo di vivere e vedere il mondo muterà radicalmente, da qui ha inizio la storia di una nuova Marina.
Francesca Sabatini è autrice abile, osserva gli elementi narrativi assieme al lettore e poi ci trascina dentro, infatti lo stile adottato dall’autrice è molto limpido, chiaro, lineare, tramite prezioso per farci osservare il punto di vista della protagonista.

Share Button

Lascia un commento