La Kimerik ad Algeri

Ho partecipato a un dibattito.
Devo dire che ho capito una cosa: parlare con chi è pieno di pregiudizi e per di più non sa le cose è inutile.
 
Come sapete siamo azienda siciliana e siamo orgogliosi di fare azienda qui. Né questo è per noi un ostacolo. Se il tuo scenario è nazionale, il punto di partenza è un trampolino di lancio, non un limite.
Pochi giorni fa abbiamo partecipato alla Fiera di Algeri.
Ci siamo stati perché noi stessi siamo periferia e riconosciamo nel “limes” una risorsa.
Chi è terra di confine sa cosa significa il sacrificio.
Dicevo che in questo dibattito qualcuno (ignorante) snobbava la fiera di Algeri.
Ora vi snocciolo qualche dato:
Il SILA è la più grande fiera del libro nel mondo arabo e in Africa, probabilmente in tutto il Mediterraneo, in termini di
numero di partecipanti, visitatori, attività culturali e professionali. L’ultima edizione si è tenuta nel 2019:
1030 case editrici (300 nazionali, 323 arabe, 409 del resto del mondo).
SCENARIO DI RIFERIMENTO
Sila (Fiera di Algeri)
250.000 titoli esposti.
36 paesi rappresentati.
Quasi 1 milione di visitatori.
Ora ditemi voi: è una risorsa? Indubbiamente sì, se conosci il mercato, se invece sei un ignorante è proprio vero parlare è praticamente inutile.
 
Intanto Kimerik c’era 🙂
https://www.kimerik.it/_news/Algeria_kimerik.htm
Share Button

Lascia un commento