Mostra del cinema di Venezia dal 2 settembre si parte!

“L’OCCHIO CINEFILO”:  “72° mostra del cinema di Venezia”  2-12 settembre 2015;

 

La 72° edizione della mostra d’arte cinematografica di Venezia promette davvero bene con un cartellone spumeggiante. Un mix di maestri e nuove leve si intrecciano in un programma che vuole mostrare le varie facce del cinema, da quello autoriale a quello per un vasto pubblico. Ci sono tre sezione diverse di giurati, tra cui nella sezione 72° Venezia ci sono lo scrittore, sceneggiatore e regista Emmanuel Carrere, il regista turco Nuri Bilge Ceylan, il regista polacco Pawel Pawlikowski, il regista italiano Francesco Munzi, il regista taiwanese Hu Hsaio-Hisien, le attrici Diane Kruger e Elizabeth Banks e la sceneggiatrice Lynne Ramsey, con il presidente di giuria Alfonso Cuaron. Quello che colpisce quest’anno sono i quattro film italiani di Guadagnino, Bellocchio, Gaudino e Messina che in comune hanno la passione per i sentimenti estremi, gli amori proibiti, i drammi dell’eros. Marco Bellocchio con “sangue del mio sangue” con il figlio Pier Giorgio, Alba Rohrwacher e Roberto Herlitzka, che racconta di una monaca murata viva , condannata per aver sedotto due gemelli. Luca Guadagnino con “a bigger splash”, un noir sexy rifacimento de “la piscina” di Jacques Deray, e con un grande cast con Dakota Johnson, Tilda Swinton, Ralph Fiennes. L’esordiente Piero Messina con “l’attesa” parla di una storia d’amore con Juiette Binoche e Lou De Laage. Poi c’è Giuseppe Gaudino con “per amor vostro” con Valeria Golino che è la moglie di un camorrista e con tre figli da aiutare, di cui uno è sordomuto; non è una storia di camorra però, è la storia di una donna che lotta per sopravvivere. Il Direttore artistico per il quarto anno consecutivo Alberto Barbera è assolutamente soddisfatto del programma del festival e di cui la parola chiave è “sorpresa”. Non mancheranno le star sul red carpet con i film fuori gara. L’apertura sarà con “Everest”con Jake Gyllenhall, a seguire “go with me” con Anthony Hopkins, “Black mass” con Johnny Depp; ci sarà il cortometraggio di Martin Scorsese di 11 minuti “the audition” con Di Caprio e Pitt. Ci sarà anche il film “E non essere cattivo” di Claudio Caligeri che non è riuscito a finirlo e concluso poi da Valerio Mastandrea. Ovviamente ci sono tantissime altre sorprese. La produzione di film italiani è notevolmente aumentata negli ultimi anni anche se a detta del Direttore Barbera non è sempre un fatto positivo perché così facendo si abbassa la qualità del prodotto. Dal mio punto di vista è comunque piacevole vedere una folta presenza di film italiani ad un festival importante come quello di Venezia. Un in bocca al lupo alla 72° edizione del festival del cinema di Venezia.

DANIELA MEROLA

Share Button

Daniela Merola

Un saluto a tutti, sono Daniela Merola, scrittrice, blogger, giornalista e il mio sentiero è sempre stato "il coraggio delle proprie idee".

Lascia un commento