Mèdos

Mèdos, è il titolo di questo libro, ma è anche un termine greco che significa pensieri con preoccupazioni.
Non è un testo semplice da portare a termine, ma la sua ermeticità conduce il lettore a voler proseguire la lettura ed a porsi degli interrogativi.
La protagonista è una donna, la quale non sa bene dove si trova e nemmeno perché è in questo luogo sconosciuto.
Di lei si conosce davvero poco, continuando a leggere ci trapela qualcosa della sua vita.
Il testo è scritto con diversi tipi di carattere e dimensione ed alterna: ricordi di momenti vissuti in un’epoca non precisata, pensieri, canzoni e titoli di locandine di un quotidiano non ben definito.
Molte volte la stessa narratrice, ma anche il lettore si chiederanno chi è realmente la donna del letto numero tredici, la quale è in condizioni critiche.
Anche se il libro racconta diversi eventi e questi non sono mai collegati tra loro mi sono trovata molto coinvolta in questa lettura.
L’alone di mistero che circonda questa donna porterà se stessa ed anche il lettore ad approfondire sempre di più la vicenda, cercando una verità che verrà svelata solo all’ultimo.
Questo testo ci farà riflettere sul coraggio di guardare nel profondo di noi stessi e nelle azioni che compiamo ogni giorno.

Share Button

Un pensiero riguardo “Mèdos

  • 15 Ottobre 2016 in 4:20 pm
    Permalink

    Ho letto Mèdos e concordo sul fatto che non sia un libro per tutti.
    Sin dalle prime pagine scaturisce il mistero e si trascina sino al termine quando ogni dubbio viene fugato.
    Non concordo invece sul fatto che gli eventi e le diverse descrizioni non siano collegate. Questo può sembrare ad una prima lettura o in seguito ad una lettura affrettata.
    In realtà c’è un filo conduttore che lega i pensieri con le emozioni, gli stati d’animo con le suggestioni, le canzoni con le notizie, i sogni con la realtà, in un continuo alternarsi di situazioni che apparentemente sembrano distaccate ma sono consequenziali.
    È un libro che va letto con molta attenzione. Solo allora affascina, coinvolge e trascina il lettore a guardare dentro se stesso, tra i suoi ricordi e pensieri, alla ricerca del senso della vita.

Lascia un commento