Recensione “Echi di pensieri” raccolta di poesie di Diana Tamantini

“Echi di pensieri” è una piacevole breve raccolta di poesie scritta da Diana Tamantini, giovane scrittrice che con Kimerik mette a frutto il suo hobby prediletto approdando alla prima pubblicazione.

Il titolo suggerisce nell’immediato la percezione di qualcosa che non è completo, che non ci verrà mostrato nella sua interezza, un po’ di sbieco, solo attraverso un’eco, appunto. Gli echi di cui qui si tratta sono espressioni parziali di pensieri, immagini, situazioni, sentimenti che la poetessa ci fa dono di tratteggiare attraverso leggere spennellate e tocchi di colore; sta al lettore, poi, completare il quadro, scoprire una nuova realtà, attraverso la sua immaginazione, sensibilità, il suo retroterra.

Le forme usate sono sintetiche e immediate, prevalgono liriche di tre, quattro, cinque strofe; notevoli soprattutto alcuni componimenti formati da singole terzine (“Tricolore”, “Invisibile”), in cui la brevità, quasi per paradosso, “parla di più” di un lungo testo e rende ancor più immediato il messaggio che si vuole trasmettere.

Le tematiche sono svariate: la solitudine, la mancanza di prospettive sul futuro, la descrizione di paesaggi – ricchi di vegetazione o urbani -, l’amore, la rabbia, l’ansia, il tempo, il silenzio, l’esaltazione della letteratura, lo scontro fra realtà e apparenza. Proprio a proposito di quest’ultimo tema si riporta qui il testo della poesia “Doppio”, che ci ha particolarmente colpito.

Come si può essere

due persone,

ciò che si è davvero

e ciò che appare agli altri?

Come fanno loro

a non comprendere,

a vedere solo un riflesso

di ciò che vogliono?

Ma credi davvero tu,

piccolo esserino,

di capire davvero chi sei,

comprendere la tua natura?

Tu sei come

sangue e istinti,

sei una metamorfosi

dei tuoi sentimenti.

Dai chiari richiami pirandelliani, questa poesia ci fa soffermare sul tema del doppio, tanto caro alla letteratura europea; come è possibile che ciascuno di noi sia, inevitabilmente, un doppio di se stesso? Scisso, sempre, su un binario che è noi ma anche altro, noi stessi e qualcosa di altro da noi. Tutto, indipendentemente dalla nostra volontà. Chi ci crea un doppione, allora? Gli altri, ciò che gli altri vedono di noi, anzi, vogliono vedere, un riflesso, un velo… ma la verità, amara, è che neanche noi stessi siamo in grado di capire davvero chi siamo, quale sia la nostra natura, perché siamo solo piccoli insignificanti esseri in un infinito Universo che non ci compete e non ci rende in grado di capirci, siamo destinati a un eterno sdoppiamento, un incessante processo di metamorfosi; siamo solo selvaggio e istinto.

Con questa lirica ci sembra che la raccolta di Tamantini tocchi la vetta più alta di sensibilità e arte; invitiamo i lettori a leggere, però, l’intera raccolta per prendere parte in maniera totalizzante a questa rassegna di sentimenti che è “Echi di pensieri”.

Echi di pensieri

di Diana Tamantini

ISBN: 978-88-5516-902-8

Formato: Rilegato

Genere: Poesie

Collana: Karme

Anno: 2021 – Mese: luglio

Pagine: 64

Disponibile anche in formato eBook

Link per l’acquisto:

https://www.kimerik.it/libro/4313/echi-di-pensieri-diana-tamantini/

In un’epoca in cui l’immagine è al centro di ogni tentativo di comunicazione, Diana Tamantini, attraverso pennellate di parole, crea atmosfere degne di un film di Tim Burton e attimi che sembrano illustrati da Benjamin Lacombe.

Echi di pensieri è una raccolta di quasi cinquanta poesie che catapultano il lettore nell’io più profondo dell’autrice, lo fanno navigare in balia delle onde nel mare dei sogni in una giornata di burrasca, lo rendono partecipe delle fragilità dell’uomo, dei timori che – soprattutto ultimamente – hanno provato tutti, delle paure della scrittrice.

Perché se è vero – come disse Moravia – che «lo scrittore narra gli altri, il poeta narra se stesso».

Diana Tamantini nasce a Castelfranco Veneto, in provincia di Treviso, nel 1989. Studi scientifici e umanistici alle spalle, collabora da anni con un giornale sportivo online. Scrivere poesie è uno dei suoi hobby da quando era giovanissima. Questa è la sua prima pubblicazione.

Share Button

Lascia un commento