Anatomia di uno scandalo, una serie Tv che racconta il lato oscuro del potere

In questo periodo inseguo serie TV che mi intrigano e che mi lasciano riflettere. Thirller, indagini, gialli e misteri e anche legal crime.
In questa serie trovate un po’ tutti gli ingredienti e questo misculio la rende interessante. E’ una serie Tv che trovere su Netflix.
Fotografia splendida, tratti dei personaggi pennellati con cura.
Tra i protagonisti della serie troviamo Sienna Miller nella parte di Sophie Whitehouse, Michelle Dockery in quella di Kate Woodcroft e Rupert Friend nel ruolo di James Whitehouse.
James e Sophie Whitehouse, sono una coppia vincente, invitati nei salotti più importanti di Londra, del resto lui è un ministro e lei una first lady perfetta: bella e sorridente, una famiglia felicissima.

Anatomia di uno scandolo è appunto la presa di coscienza che l’oleografia rappresentata è davvero solo una rappresentazione che dietro il potere si nasconde un verminaio di intrecci, di accordi omertosi e di compromessi.
L’incipit è uno scandalo sessuale all’ombra del potere politico di Londra.
Il ministro James Whitehouse, conservatore e illuminato inciampa in uno scandalo sessuale. Ha tradito la moglie con una giovane collaboratrice, ma “l affaire” si complica. Si scopre che in realtà ha violentato in un’occasione l’ex amante e da qui scorre una narrazione intensa. Fa da contraltare con un’esecuzione perfetta la figura della moglie Kate Woodcroft veramente straordinaria. Dallo scandalo si sviluppa una narrazione “lunga”, nel senso che si percorre la trama all’indietro fino all’origine del mistero.
Una bella serie, la consiglio.

Gianfranco Natale
© Riproduzione riservata

Scheda:
Voto: 7+
Piattaforma: Netflix
Età consigliata: a partire dai 14 anni

Share Button

Lascia un commento