Quando le date e i numeri ci parlano di storia e di sport

Matteo Berrettini non è più una sorpresa, adesso l’azzurro è un campione, uno di quelli che quando lo vedi giocare comprendi che ha dedicato anni e la sua stessa vita allo studio paziente, all’allenamento puntuale, all’amore per questo sport.
Si avvicina dunque una storica finale per Matteo Berrettini a Wimbledon, l’azzurro ha battuto in semifinale il polacco Hubert Hurkacz ed è il primo tennista italiano a riuscirci nella storia del torneo inglese.Si è sbarazzato dell’avversario in quattro set, col punteggio 6-3, 6-0, 6-7, 6-4.

Domenica 11 luglio dovrà versarsela contro Novak Djokovic  in finale a Wimbledon. Il serbo, numero uno del mondo e del tabellone del torneo, ha battuto in tre set (7-6, 7-5, 7-5)  Shapovalov.

La finale si giocherà a Londra l’11 luglio.
Gli italiani l’11 luglio sono già tutti concentrati con un altro appuntamento: la finale degli europei con la sfida epica tra Italia e Inghilterra.
E siamo a due, ma le coincidenze non finiscono qui perché l’11 luglio del 1982 l’Italia si giocò la finale contro la Germania nell’indimenticabile partita dei campionati mondiali di calcio che si svolsero in Spagna.
La storia è fatta di date, chi la ama sa anche che è fatta da persone e coincidenze, da momenti e da emozioni.
E noi italiani stiamo già vivendo questa storia infinita si sport e passione.

Share Button

Lascia un commento